Le nostre colture e la produzione diretta

Da una vasta gamma di aberi da frutta moderni e antichi certificatì, ad ogni tipo di pianta ornamentale e officinale, ad un esplosione di fiori colorati e altro ancora.

Coltivatori diretti

Ci occupiamo di terra, poichè da essa ha inizio il nostro lavoro.
Selezioniamo attentamente ogni cosa riguardi i semi o gli alberi da piantare o su cui innestare particolari tipi di frutto.
Per tutto il periodo di crescita curiamo sia il ciclo di crescita che stagionale, con l’obiettivo di mantenere ogni pianta nel suo “habitat” .
Su tutti i nostri terreni vengono coltivate, curate e seguite una vasta quantità di piante e alberi.
Siamo specializzati nelle colture antiche per le quali ci adoperiamo con i vecchi insegnamenti dei padri uniti alle nuove tecnologie e scoperte zootecniche, dei quali ne siamo garanti, poichè, tutto sempre controllato ed in linea con le norme vigenti

Culture e Produzione

Nel tempo la diversificazione dei prodotti da noi direttamente coltivati e la qualità raggiunta, ci ha consentito di conquistare la fiducia dei nostri clienti, e in ascolto delle loro esigenze e richieste ci siamo specializzati in particolare verso la coltivazione di alcune tipologie di piante. In generale evidenziamo:

  • un vasto assortimento di piante ornamentali
  • abeti di varie misure (su prenotazione entro il 20 novembre)
  • noccioli micorizzati tartufo nero
  • alberi da frutta e alberi per aree verdi
  • piante a foglia caduca, acidofile, aromatiche e officinali, da esterno, da fiore, da frutto, da giardino, per bordure e aiuole, sempreverdi
  • piantine di vivaio

Inoltre, in collaborazione con il C.N.R.-IBIMET DI BOLOGNA, curiamo alberi di ulivi autoctoni dell’Emilia Romagna certificate sotto il profilo genetico sanitario

Contiamo sulla produzione di
varietà romagnole quali: ghiacciolo istea 51, grappuda istea 28, rossina istea 5, nostrana di brisighella istea 38, carbuncion di carpineta istea 24, orfana istea 1, cortigiana, correggiolo pennita, nostrana di brisighella casalino, ghiacciolo casalinetto, nostrana di brisighella conversello, quarantoleto, leccino istea 30, capolga istea 2, correggiolo di villa verucchio istea 8, selvatico istea 27, moraiolo istea 26, frantoio di villa verucchio istea 40, colombina istea17.

e varietà emiliane quali: fiorano, bianello, monte locco, monte ricco.
E’ inolotre iniziato anche il percorso della certificazione genetico sanitaria per le varietà autoctone di bologna, su: farneto, montebudello, montecapra, montecalvo 2, montecalvo 3, oliveto.